Il primo e più importante consiglio per i raccoglitori è conoscere bene i funghi velenosi (soprattutto quelli mortali) nelle loro varie fasi di sviluppo; infatti moltissimi funghi che tradizionalmente vengono raccolti da consumare hanno dei sosia velenosi che possono causare gravissimi danni.

Si riportano qui sotto alcuni dei più diffusi errori.

Agaricus campestris

Il campestris appartiene al gruppo di funghi localmente chiamati “rossini” e si distingue dallo pseudopratensis var. niveus per l’odore gradevole e non fenolico, il cappello normalmente non appiattito…

Agaricus arvensis

L’arvensis appartiene al gruppo di funghi localmente chiamati “torini”, ha il cappello di buone dimensioni, convesso, piano-convesso, allo sfregamento si tinge di un giallo pallido, le lamelle sono…

Macrolepiota escoriata

Macrolepiota escoriata si differenza delle due specie velenose per la taglia leggermente maggiore, il gambo più slanciato, bianco senza alcuna decorazione, il cappello con cuticola inizialmente bruno…

Leucoagaricus leucothites

Le due Amanita mortali si differenziano da Leucoagaricus leucothites per la presenza di un anello pendulo, ancorato al gambo, a forma di gonnella plissettata, Leucoagaricus leucothites ha un piccolo…

Amanita Caesarea

L’ovulo di Amanita caesarea inizialmente si presenta a forma di uovo con la punta acuta verso il terreno, solo tagliandolo a metà appare una sfumatura giallastra della carne. L’ovulo di Amanita…

Armillaria mellea

La mellea ha un anello membranoso evidente, la tabescens è priva d’anello, entrambi hanno lamelle biancastre poi nocciola chiaro, le spore in massa sono bianche, la carne è dolciastra, il sublateritium…

Kuehneromyces mutabilis

Kuehneromyces mutabilis(commestibile) e Galerina marginata (mortale) crescono entrambi su ceppi marcescenti. La marginata si potrebbe distinguere dalla mutabilis per le minori dimensioni, il margine…

Chroogomphus rutilus

Cortinarius orellanoides si differenzia da Chroogomphus rutilus per la superficie del cappello sempre asciutta e mai viscida anche col tempo umido, le lamelle mai decorrenti e color cannella non oliva…

Clitocybe nebularis

I due funghi (Clitocybe nebularis e Entoloma sinuatum) crescono spesso insieme negli stessi boschi. La nebularis, che va comunque consumata in modiche quantità, è conosciuta ed abbondantemente raccolta…

Lactarius deliciosus

Il Lactarius deliciosus cresce sotto pino, è di colore arancio abbastanza carico ed alla frattura secerne un lattice color arancio dolciastro, mentre Lactarius zonarius cresce sotto latifoglia, è molto…

Russula aurea

La Russula maculata ha una cuticola del cappello rosso-brunastra con sfumature giallastre e macchie più scure, le lamelle sono giallo-ocra, le spore in massa sono gialle, la carne è piccantissima. La…

Cantharellus cibarius

Il Cantharellus cibarius, comunemente chiamato galletto, è un ottimo fungo che profuma di frutta, cresce in boschi vari sul terreno, sotto il cappello non presenta lamelle, ma pieghe strettamente…

Boletus aestivalis

Il Boletus aestivalis, il primo dei quattro porcini ad apparire e forse il migliore, cresce da fine maggio a circa metà settembre soprattutto in boschi di latifoglia, ma anche sotto Picea (Abete rosso…

Morchella esculenta

Le Gyromitra hanno un cappello (mitra) che ricorda la forma di un cervello e crescono di norma in boschi di conifera di media ed alta montagna, mentre la mitra della Morchella esculenta v. rotunda…

Ramaria flava

Ramaria flava si presenta con la base bianca e le ramificazioni giallo intenso, botrytis con la base bianca e ramificazioni abbastanza corte terminanti con punte color vinaccia, mentre formosa presenta…